forex trading logo

Home Articoli
Progetto per la Sicilia ed Amaranto Boxe: un binomio di successo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 06 Agosto 2008 00:00

Immensa soddisfazione per Peppino Muscarà presidente dell’Associazione Progetto per la Sicilia e del suo staff per la perfetta riuscita della riunione di pugilato organizzata all’interno della Fiera di Messina. La collaborazione sul piano tecnico da parte della Società reggina Amaranto Boxe e del Team Rosanna Conti Cavini si è rivelato vincente. Un pubblico entusiasta e numeroso sino al termine della manifestazione protrattasi ben otre i tempi prefissati, ha fatto degna cornice all’esordio tra i professionisti del pugile messinese Alfredo Natoli ed all’interessante incontro che ha visto impegnato il pugile reggino Francesco Versaci. Successo per entrambi i pugili dello Stretto accomunati sotto i colori e nella palestra dell’Amaranto Boxe Reggio Calabria (che per la seconda volta in questo 2008 ha organizzato “fuori” dalla città della Fata Morgana, la prima volta a Cosenza e stavolta a Messina, a dimostrazione che conta su uno staff collaudato sotto la guida del Direttore Sportivo Carmelo Regolo).

 

La voglia di portare il pugilato in piazza ha fatto superare anche una miriade di “ostacoli” posti sul percorso organizzativo.

 

Partiamo dal match clou della serata che ha visto il reggino Francesco Versaci opposto al piemontese Massimiliano Pizzo. Versaci parte bene sfruttando il suo allungo e riesce a tenere a debita distanza il forte mancino Pizzo, una prima ripresa dominata dal pugile reggino che anticipa sistematicamente l’avversario. Nel secondo round la musica non cambia e Versaci invitato dall’angolo, continua a tenere bene la distanza sul ring aggiudicandosi anche il secondo round. Nella terza frazione del combattimento Versaci parte bene sfruttando il maggiore allungo, anticipando ancora il piemontese che però diventa più minaccioso e per la prima volta inizia a fare breccia nella guardia un po’ aperta del reggino, ma il round è per il calabrese. Da quarto round, Pizzo diventa più pericoloso soprattutto con il gancio destro e riesce a pareggiare la ripresa. Il penultimo round vede Pizzo in attacco, proteso nel tentativo di recuperare lo svantaggio ma con Versaci che boxa di rimessa riuscendo a contenere bene le sfuriate del forte picchiatore piemontese ed anche questa ripresa è da considerare in parità. Nell’ultima ripresa, Pizzo indietro nel punteggio cerca il colpaccio per ribaltare l’incontro ormai segnato nel punteggio e riesce a mettere a segno qualche buon gancio, mentre Versaci muovendosi bene sulle gambe cerca di gestire il vantaggio concedendo, però, all’avversario l’ultimo round. Al temine il verdetto vede il pugile reggino in chiaro vantaggio (57-57) (59-56) (59-57), ma va riconosciuto a Massimiliano Pizzo di essere stato l’avversario più tosto fin qui affrontato dal giovanissimo Versaci. Ottimo e valido test in vista del titolo italiano con Lovaglio in programma il prossimo 15 settembre all’arena “Ciccio Franco” sul lungomare di Reggio Calabria. Entusiasmo alle stelle per l’esordio tra i professionisti nella sua Messina del pugile Alfredo Natoli. Il pugile messinese ha offerto una prestazione straordinaria contro il più esperto Domenico Mussari, dominando il match dal primo all’ultimo istante, imponendo al toscano una lezione di grande boxe. Il pugile allenato da Peppe Fedele, ha surclassato l’avversario soprattutto sul piano della velocità, mentendo un ritmo incredibile per tutta la durata dell’incontro. Natoli ha costretto l’avversario ad un atterramento e due richiami ufficiali, in più di un occasione sembrava che il pugile del M° Fedele potesse chiudere l’incontro prima del limite, ma è mancata un po’ di precisione da parte del siciliano e poi da tenere conto anche della tenacia dell’avversario. Verdetto ai punti nettamente per Alfredo Natoli che ha fatto anche divertire il numeroso pubblico con un pugilato scintillante, ricevendo calorosissimi applausi. Il messinese ha ancora notevoli margini di miglioramento e se riuscirà a combattere usando oltre al cuore anche la testa, potrà cogliere delle ottime soddisfazioni.

Nel sottoclou dilettantistico, il Campione Italiano Graziano Tyson Calabrò ha inanellato l’ottavo successo consecutivo superando ai punti l’imbattuto pugliese Lorenzo Zecca. Il reggino Calabrò si è aggiudicato tutti e quattro i round, costringendo l’arbitro anche al conteggio dell’avversario nel corso della terza ripresa, ma il gran carattere del pugile leccese della BeboBoxe Copertino gli ha permesso di terminare all’impiedi l’incontro e contro l’attuale Calabrò, questa è già un’impresa. Angelo Trimboli ha ottenuto un importantissimo pari contro il vicecampione italiano assoluto, Emanuele Leo, scambiando ad armi pari con un avversario molto più esperto, dimostrando ulteriori miglioramenti che fanno ben sperare per i prossimi Campionati assoluti che vedranno il gigante reggino, certamente tra i favoriti. L’unica nota stonata è venuta da Max Saba, che ha letteralmente regalato l’incontro all’esordiente Lorenzo Pinto, dopo aver subito ben due richiami per testa bassa.

Interessante anche il match tra il messinese Gabriele Martelli della S.K.I combact del maestro Tony Auditore ed il leccese Alessio Conte, con il successo del pugliese.

La manifestazione è stata ripresa dall’emittente satellitare Play Tv che manderà in onda la manifestazione sul canale 869 del bouquet SKY.

A notte inoltrata per tutti una ricca degustazione con prodotti tipici siciliani offerti dall’Associazione Na.sa.ta.

 

Per gli appassionati del pugilato appuntamento all’Arena “Ciccio Franco” del meraviglioso lungomare “Italo Falcomatà” di Reggio Calabria il prossimo 15 settembre per incitare Francesco Versaci nel difficile match che lo vedrà opposto a Maurizio Lovaglio, incontro valido per l’assegnazione del titolo di campione Italiano dei pesi mediomassimi

 

Cerca




Powered by Joomla!. Designed by: joomla 1.5 templates vps hosting Valid XHTML and CSS.