forex trading logo

Home Articoli
Intervista al maestro Peppe Fedele PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 05 Agosto 2008 00:00

Nonostante il caldo e le ferie, la RCC boxe non si ferma e approda in Sicilia, a Messina, dove il 14 agosto alle ore 21,30 inizierà un’importante serata organizzata dall’ Associazione “Progetto per la Sicilia” presieduta da Peppino Muscarà, con la collaborazione della Amaranto Boxe e naturalmente della RCC boxe. La serata prevede due incontri tra professionisti con la presenza di due giovani speranze della RCC boxe, l’ormai veterano (nonostante i 22 anni!) Francesco Versaci, che nei mediomassimi affronterà Massimiliano Pizzo, e l’esordiente 23enne Alfredo Natoli, talentuoso peso leggero che conoscerà il mondo professionistico contro Domenico Mussari nella sua città. Abbiamo parlato di questa serata che si terrà presso l’Ente Fiera di Messina con il maestro Beppe Fedele, animatore della Amaranto Boxe da cui provengono Versaci e Natoli.

 

 

 

Giuseppe, in quali condizioni è Versaci, che successivamente a questo match, cioè il 15 settembre a Reggio Calabria, combatterà ancora per il titolo italiano?

 

Francesco è motivatissimo, caricatissimo. Vorrebbe combattere di nuovo contro Cichello, che quasi un anno fa’ lo batté per il titolo italiano, anche se Francesco quella sera non stava bene e, nonostante qualche handicap fisico la sua fu una sconfitta poco chiara e per certi versi ingiusta. Cichello non è possibile affrontarlo, perché ha lasciato il titolo italiano, allora a Messina affronterà questo Pizzo, piccolo di statura ma avversario molto temibile, che viene sempre avanti e fa male: contro D’Agata recentemente ha perso, ma so che prima ha messo l’avversario al tappeto. Francesco è integro e motivato, uscirà un incontro di grande spettacolarità e poi, il mese successivo, ci sarà la grande occasione della cintura di campione italiano nel match contro Lovaglio, che ritengo molto più forte di quanto non dica il suo record. Con Versaci puntiamo molto all’obiettivo del titolo italiano, anche se lui è già co-sfidante per l’Ibf al titolo mondiale giovanile. Però faremo un passo alla volta: Francesco ancora deve compiere 23 anni.

 

 

 

A Messina ci sarà l’esordio anche di Natoli...

 

Alfredo è l’artefice vero della serata. Si è dato molto da fare, ha trovato lui questo grande palcoscenico, perché quella di Messina è forse la Fiera più vecchia al mondo e attira migliaia di persone. Come pugile è velocissimo e gli piace molto allenarsi con gente della palestra molto più pesante di lui, come Versaci, come i massimi dilettanti Trimboli e Calabrò. Tutti i giorni si sobbarca del viaggio tra Messina e Reggio Calabria per venire ad allenarsi nella mia palestra, fa grandi sacrifici, e ha le possibilità per fare una grande carriera.

 

 

 

A Messina non ci sarà, però spendiamo una parola anche per Progetto...

 

Alberico ha perso a Sequals perché erano due anni che non saliva sul ring, però è un talento naturale che dopo molto tempo che non ci stava con la testa si è sposato e, la testa, l’ha messa a posto. Prima del match in Friuli si era allenato poco e quello visto contro Frezza non è che il 30% del vero Progetto, un welter che sa portare i colpi e sa fare male. Probabilmente combatterà di nuovo a Reggio Calabria il 15 settembre, poi lo abbiamo iscritto alla Coppa Italia. Se riuscirà ad allenarsi bene anche lui può avere un ottimo futuro.

 

 

 

A Messina ci sono anche dei tuoi dilettanti di cui si parla molto bene...

 

Graziano Calabrò, peso massimo, campione italiano, ha vinto gli ultimi sette match che ha fatto, cinque volte per ko. Angelo Trimboli, altro massimo, ha perduto un po’ di tempo per un incidente, ma si sta riprendendo bene e a Messina combatterà contro il vice campione italiano, il leccese Leo. Saro Presti è campione mondiale di kickboxing, ma si sta avvicinando alla boxe e conto di farlo passare presto professionista. Poi combatteranno anche altri talenti come Mario Argento e Massimiliano Sabba.

 

 

 

Poi, il 15 settembre, serata eccezionale organizzata da Rosanna Conti Cavini all’Arena dello Stretto “Ciccio Franco” di Reggio Calabria con il titolo italiano Versaci-Lovaglio e un sottoclou che parla di Di Rocco, Rossitto e De Vitis, oltre ancora a Natoli e Progetto e i tuoi dilettanti...

 

Sarà una grande serata davvero, all’aperto e spero coronata da una grandissima cornice di pubblico, visto che ci sono le Feste Patronali che portano a Reggio almeno 100mila persone. Il Comune, come sempre, ci sta dando un grande contributo.

 

 

 

Ufficio stampa RCC boxe

 

Cerca




Powered by Joomla!. Designed by: joomla 1.5 templates vps hosting Valid XHTML and CSS.